2012

Monti non è un uomo: è una macina e tritura il popolo italiano

Non è bastata la manovra “salva-Italia” (in realtà “ammazza-Italia”) e il massacro delle pensioni, la legge Fornero - che ha demolito i pochi diritti del lavoro restanti - e la “spending review”. Monti, come una macina che implacabilmente tritura salariati e pensionati, giovani e precari, servizi pubblici e Beni comuni, ha colpito di nuovo. La sedicente “legge di stabilità” demolisce ancora, immettendoci nella “spirale greca” di tagli e recessione, a cui seguono altri tagli fino al fallimento totale. Tocca di nuovo alla scuola, alla sanità, al Pubblico impiego e ai servizi sociali fare da agnelli sacrificali, malgrado l’evidente inutilità dei sacrifici visto che il debito pubblico continua ad aumentare e spread e interessi sui titoli di Stato restano alti. I contratti del PI, della scuola e della sanità, già fermi dal 2009, restano bloccati fino al 2014 senza neanche l’indennità di vacanza contrattuale; la spesa per la salute pubblica sarà ancora tagliata (tra i 600 e i 1500 milioni annui), l’IVA verrà aumentata di un altro punto.

Gli studenti manganellati e il No Monti Day Tutti/e in piazza a Roma il 27 ottobre

Che il governo Monti non ammetta opposizioni o proteste, con alle spalle i tre principali partiti e tutti i poteri economici e finanziari, lo conferma il brutale trattamento subito dalle migliaia di studenti che ieri hanno protestato contro l’immiserimento della scuola pubblica, le misure di austerity del governo e la corruzione della politica politicante. Gli studenti sono stati manganellati dalla polizia ovunque: perciò questa era l’indicazione governativa, come già nei confronti dei lavoratori che protestano contro i licenziamenti e le chiusure delle fabbriche: stroncare sul nascere ogni lotta, evitare che si generalizzi e che si unifichi un fronte contro le politiche antipopolari.

NO MONTI DAY ROMA 27 OTTOBRE, Manifestazione nazionale, da P.della Repubblica (ore 14.30) a P.S.Giovanni

I COBAS, insieme a tante altre persone che lottano, organizzazioni sociali e sindacali, forze politiche e movimenti civili, vogliono dare voce e visibilità a tutti/e quelli che rifiutano e contrastano Monti e la sua politica di massacro sociale, con una grande manifestazione nazionale il 27 ottobre a Roma.

NO MONTI DAY ROMA 27 OTTOBRE

Siamo persone che lottano, organizzazioni sociali e sindacali, forze politiche e movimenti civili, e ci siamo assunti l'impegno di dare voce e visibilità alle tante e ai tanti che rifiutano e contrastano Monti e la sua politica di massacro sociale, dando vita il 27 ottobre a Roma a una giornata di mobilitazione nazionale, No Monti Day.

Il 22 settembre i COBAS in piazza con i precari della scuola

No al concorso-truffa, no alla deportazione dei docenti "inidonei", no alla scuola-miseria.
I COBAS partecipano alla manifestazione nazionale (Roma, P.Esquilino, ore 14.30) indetta dai Precari uniti contro i tagli e il concorso-truffa voluto dal ministro Profumo.

COMUNICATO STAMPA COBAS SCUOLA PISA: contestazione al Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Profumo

Più di duecento tra precari, docenti “inidonei”, ATA, e studenti hanno contestato questa sera il ministro Profumo, intervenuto alla Festa del PD di Cisanello.
La serata era pensata come un tranquillo “format televisivo” in cui gli intervenuti in platea avrebbero dovuto fare da semplici comparse-spettatori.
I Precari Cobas hanno srotolato uno striscione su cui era scritto PROFUMO VENDI FUMO e si sono conquistati il diritto di intervento, avanzando critiche, ponendo domande non addomesticate al Ministro e ravvivando una serata altrimenti imbalsamata.

La scuola in lotta a Roma, Pisa e Torino. No al concorso-truffa, no al genocidio dei docenti "inidonei", no alla scuola-miseria.

I COBAS invitano i lavoratori/trici della scuola a partecipare dal 4 al 6 settembre a tre iniziative di protesta contro il concorso-truffa per i precari, il tentativo di massacrare i docenti "inidonei" e l'immiserimento della scuola pubblica aggravato dai tagli e dalle generali politiche scolastiche del governo Monti:

COMUNICATO STAMPA COBAS SCUOLA PISA: contestazione al Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Profumo

Più di duecento tra precari, docenti “inidonei”, ATA, e studenti hanno contestato questa sera il ministro Profumo, intervenuto alla Festa del PD di Cisanello.La serata era pensata come un tranquillo “format televisivo” in cui gli intervenuti in platea avrebbero dovuto fare da semplici comparse-spettatori.

Il 22 settembre i COBAS in piazza con i precari della scuola

No al concorso-truffa, no alla deportazione dei docenti "inidonei", no alla scuola-miseria.

I COBAS partecipano alla manifestazione nazionale (Roma, P.Esquilino, ore 14.30) indetta dai Precari uniti contro i tagli e il concorso-truffa voluto dal ministro Profumo.

NO MONTI DAY ROMA 27 OTTOBRE

Siamo persone che lottano, organizzazioni sociali e sindacali, forze politiche e movimenti civili, e ci siamo assunti l'impegno di dare voce e visibilità alle tante e ai tanti che rifiutano e contrastano Monti e la sua politica di massacro sociale, dando vita il 27 ottobre a Roma a una giornata di mobilitazione nazionale, No Monti Day.