IL 23 OTTOBRE LA SCUOLA SCIOPERA E VA IN PIAZZA

IL 23 OTTOBRE LA SCUOLA SCIOPERA E VA IN PIAZZA

Manifestazione nazionale a Roma da P.della Repubblica (ore 10) a P.S.Giovanni.

Sit-in del popolo della scuola e assemblea precari/e al MIUR (V.le Trastevere) ore 14.30

Il 23 ottobre si svolgerà lo sciopero generale di tutte le categorie del lavoro dipendente (indetto da Cobas, Cub e SdL): e in questo quadro i Cobas hanno convocato lo sciopero generale della scuola per l'intera giornata. Il popolo della scuola pubblica abbandonerà le aule e riempirà le strade di Roma con un grande corteo, che partirà alle 10 da P.della Repubblica e si concluderà a P.S.Giovanni, nel quale i protagonisti della scuola diranno NO ai tagli, alle controriforme Tremonti-Gelmini, all’espulsione dei precari e ai “contratti di disponibilità”, alla legge Aprea, alle cattedre oltre le 18 ore e chiederanno massicci investimenti nella scuola pubblica, l’assunzione dei precari/e su tutti i posti vacanti, significativi aumenti salariali per docenti ed Ata.

a

Successivamente, il popolo della scuola - precari, docenti ed Ata "stabili", studenti - si sposterà davanti al Ministero Pubblica Istruzione (V.le Trastevere), dove, a partire dalle 14.30, si svolgerà una manifestazione/sit-in e dove le varie strutture dei precari presenti terranno una Assemblea nazionale per decidere come proseguire la lotta contro i tagli, i contratti "di disponibilità" e per l'assunzione di tutti i precari/e.

 

Piero Bernocchi portavoce nazionale COBAS

 

Scarica manifesto