images

IL DIRITTO ALL’ISTRUZIONE DEVE ESSERE SEMPRE GARANTITO!

Con un’ordinanza del 15 ottobre il presidente Vincenzo De Luca ha predisposto la chiusura delle Scuole di ogni ordine grado della regione Campania fino al 30 ottobre, facendo pagare a studenti e genitori, e in generale alla società tutta, le inefficienze e le incoerenze con cui Regione e Amministrazioni Locali stanno gestendo la pandemia azzerando i servizi educativi per l’infanzia e costringendo persino i bambini e le bambine della scuola primaria ma anche i ragazzi e le ragazze della scuola secondaria alla alienante e didatticamente dannosa didattica a distanza. Appena si è diffusa la notizia, nel tardo pomeriggio, si è sollevata dai genitori e da tutto il mondo della Scuola un’ondata di indignazione per le motivazioni argomentate dal Presidente che avrebbe imposto questa decisione per fermare il diffondersi dei contagi Covid, mentre tutto il resto fuori dalle Scuole è aperto e sovraffollato. Una vera offesa all’intelligenza di tutti noi che abbiamo la certezza che la Scuola non è il covo del virus. Con la soluzione demagogica della chiusura delle scuole (mentre il tasso di positivi sulla popolazione scolastica è nettamente inferiore a quello dei positivi sull’intera popolazione della Campania), De Luca vuole nascondere la vera tragedia, quella di un sistema sanitario al collasso dopo anni di tagli e che fra pochi giorni non avrà più posti per degenti Covid. Altre sono le cause della diffusione incontrollata dei contagi perché dallo scorso mese di marzo niente è stato fatto per evitare di trovarci oggi in una tale situazione. Nessun massiccio piano di investimenti per migliorare le strutture scolastiche, nessun recupero di strutture pubbliche dismesse per aumentare il numero delle aule e sdoppiare le classi pollaio, nessun potenziamento dei trasporti pubblici. 

Continua

Investimenti rapidi: la scuola deve restare aperta senza se e senza ma. Il 26 settembre (ore 15) docenti, Ata, genitori, studenti in piazza a Roma

cobas
Continua

Giovedì 25 giugno 2020 giornata nazionale di mobilitazione per difendere e rilanciare la scuola pubblica

unnamed
Continua
8834689_0_156_1701_1076_1000x541_80_0_0_b875847a55e75283b895809f0fbec81a

Sospensione delle lezioni e didattica a distanza: in questo scenario siamo costretti a muoverci da settimane, adottando le modalità che ciascuno/a ritiene più opportune, accomunati, docenti e studenti, dal riconoscimento di un primordiale bisogno di relazione e di contatto.

Continua
1600x900_1583340861620.0403_SCUOLA_CHIUSA
Continua

Concorso straordinario subito, ma per soli titoli

Usare le GPS, dopo averle opportunamente verificate, per stabilizzare subito i precari con almeno tre anni di servizio

Continua
covidscuola-040820

Il 14 settembre, nella maggior parte delle scuole, si tornerà in classe. Governo e ministra Azzolina hanno fatto di tutto per rassicurare sul regolare avvio del nuovo anno scolastico che, al contrario, si riaprirà nella totale incertezza sia dal punto di vista didattico che sanitario. 

Continua
cobas-logo
Continua

L'emergenza Covid ha portato drammaticamente alla luce tutti i problemi pregressi della scuola italiana. In particolare i problemi dell'edilizia scolastica, della carenza di strutture, delle classi sovra affollate (classi pollaio), della carenza di personale e del conseguente uso improprio del personale precario. 

Continua
Continua
Nuova immagine bitmap
Continua
giornata-della-pace-2-300x168

Firmato a Palermo l’11 aprile 2019 un Protocollo d’Intesa fra il Comando Militare dell’Esercito e l’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia. Vi si può leggere: “Il Comando militare dell’Esercito riserva particolare attenzione al mondo scolastico, accademico e scientifico per la diffusione dei valori etico-sociali, della storia e delle tradizioni militari, con un focus sulla funzione centrale che la Cultura della Difesa ha svolto e continua a svolgere a favore della crescita sociale, politica, economica e democratica del Paese”.

Continua

SÌ AL RICONOSCIMENTO DELL’ IMPEGNO DI DOCENTI E ATA PER MANTENERE VIVA LA SCUOLA PUBBLICA COME PRESIDIO DI CIVILTA' E CULTURA  ANCHE AI TEMPI DEL CORONAVIRUS!

index 1
Continua

Via tutti gli elementi punitivi o peggiorativi del Regolamento delle Supplenze

No alla retroattività della valutazione dei titoli e alla svalutazione del servizio scolastico

Da diversi anni come Cobas chiediamo graduatorie provinciali per l'assunzione in ruolo e per le supplenze a convocazione unificata, con due obiettivi:

Continua
cobas scuola
Continua

DAGLI APPUNTI PER UN DIALOGO: UNA DISCUSSIONE REALMENTE COSTRUTTIVA- LA V GIORNATA DEL MONDO CHE NON C’E’ presenta indicazioni e possibili soluzioni ai problemi relativi alla ripresa delle attività trattamentali in carcere. Alla due giorni su istruzione, carcere, cultura e tecnologie organizzato dal CESP-Rete delle scuole ristrette, c'erano veramente tutti: una nutrita rappresentanza interistituzionale e una bella presenza della rete delle scuole e degli studenti “ristretti”.

Continua

La Rete delle Scuole Ristrette in Videoconferenza con gli Istituti penitenziari di Roma, Alessandria, Genova, Livorno (Le Sughere-Gorgona), Napoli,Parma, Rossano, Spoleto, Volterra
Presenta  Con il patrocinio del PRAP Lazio-Abruzzo Molise
Cabina di regia Casa Circondariale Raffaele Cinotti Rebibbia-Roma

Nuova immagine bitmap

ID PIATTAFORMA SOFIA:
45963

Continua
HUFnBaZiPOFqaaz-800x450-noPad

L'Educazione dei ragazzi, in questo momento storico, chiede altro.
I Dirigenti scolastici ritirino l'accordo con la Multinazionale del petrolio le scuole di tutta Italia adottino l'agenda Onu 2030 per progettare percorsi di cittadinanza attiva.

Continua

CONTRO IL PRECARIATO A VITA

concorso soli titoli

Il 28 aprile sulla Gazzetta Ufficiale sono stati pubblicati i bandi dei concorsi per la scuola. Sulla necessità dell'indizione dei concorsi ordinari c'era una condivisione unanime mentre assurda ci appare la scelta forzata di voler far svolgere il concorso straordinario per la secondaria con prova selettiva da tenersi questa estate quando la stessa ministra non è neanche in grado, data l'emergenza coronavirus, di poter affermare con sicurezza se le scuole a settembre potranno riaprire.

Continua
unnamed

Questa che segue è la Dichiarazione sulla Didattica a distanza - prodotta, dopo approfondita discussione, dall'Esecutivo Nazionale COBAS - che invitiamo ad usare e a far circolare nelle scuole. 

Continua
cobas-logo

Sospensione delle lezioni e didattica a distanza: in questo scenario siamo costretti a muoverci da settimane, adottando le modalità che ciascuno/a ritiene più opportune, accomunati, docenti e studenti, dal riconoscimento di un primordiale bisogno di relazione e di contatto. 

Continua
Azimut

Con il 5x MILLE sottoscrivendo l'apposita casella nel 730
o unico e indicando il codice Fiscale dell'associazione - 97342300585

Continua

INIDONEI

Manifesti